Strumenti di accessibilità

Skip to main content
Ultime news

Attualità & Curiosità

Come si spostano gli italiani? L’automobile è sempre il veicolo del cuore

Gli italiani, noti per la loro passione per l’automobile, continuano a privilegiare questo mezzo di trasporto.
Tuttavia, negli ultimi tempi, sono emerse nuove tendenze e cambiamenti nelle loro abitudini di mobilità, influenzate da vari fattori economici, tecnologici e ambientali.

Vediamo come queste tendenze si stanno sviluppando e quali sono i fattori determinanti nelle scelte degli italiani.

L’automobile è sempre il mezzo preferito

L’automobile rimane il mezzo di trasporto preferito dagli italiani, con quasi il 75% della popolazione che la utilizza regolarmente.
Il dato è stato confermato dall’indagine annuale sulla mobilità degli italiani condotta da Aniasa (Associazione nazionale Industria dell’autonoleggio) e Bain & Company.

Nonostante le sfide economiche e ambientali, l’auto è vista come un bene fondamentale per la mobilità quotidiana grazie alla sua praticità e comodità.
Gianluca Di Loreto, Partner di Bain & Company, ha sottolineato come “gli italiani continuano a considerare l’auto come un bene fondamentale per la propria mobilità quotidiana, nonostante le crescenti sfide economiche e ambientali.”

Una delle novità più rilevanti è la crescente apertura verso le automobili cinesi e coreane.
I modelli asiatici sono una delle opzioni più gettonate negli ultimi anni grazie al buon rapporto qualità-prezzo, all’innovazione offerta a prezzi davvero competitivi.

Ciò rappresenta un’inversione di tendenza nelle scelte dei consumatori italiani.

L’evoluzione delle abitudini di mobilità

Infatti, le abitudini di mobilità degli italiani sono cambiate notevolmente, soprattutto dopo il periodo pandemico.
L’aumento del lavoro da remoto, che in media è di 1,6 giorni a settimana, ha reso la mobilità più flessibile.
Gli spostamenti per motivi di business restano una componente cruciale, poiché molti lavoratori devono comunque recarsi in ufficio alcuni giorni alla settimana o per specifiche esigenze professionali.
In questo contesto ibrido di flessibilità e adattabilità, i mezzi di trasporto continuano a giocare un ruolo essenziale.

Gli incentivi governativi e le auto green

Inoltre, a determinare gli acquisti degli italiani in fatto di veicoli sono stati gli incentivi governativi e gli sconti.
Circa il 75% dei consumatori considera le agevolazioni statali una conditio sine qua non per il cambio della vettura.
Il dato evidenzia l’importanza delle politiche di sostegno economico per rendere l’acquisto di veicoli più ecologici e tecnologicamente avanzati accessibile a una fascia più ampia di popolazione.

Nonostante una maggiore apertura alla mobilità sostenibile, persiste lo scetticismo nei confronti delle auto green, come le ibride plug-in e le full electric.
Le principali preoccupazioni riguardano la difficoltà di ricarica e l’ansia da autonomia, oltre alla percezione di scarsa sicurezza.

Proprio rispetto a questo argomento, sempre sul sito di Aniasa leggiamo che a maggio, il mercato dell’auto in Europa Occidentale ha registrato un calo del 2,6% nelle immatricolazioni rispetto a maggio 2023 e del 24,3% rispetto a maggio 2019, con una frenata significativa proprio delle vendite di auto elettriche.

Nonostante l’auto rimanga il veicolo prediletto dagli italiani, anche come mezzo di trasporto per le vacanze, il mercato automobilistico deve affrontare notevoli incertezze e pressioni economiche.

È evidente che misure di sostegno e politiche mirate saranno cruciali per incentivare il ritorno alla crescita e promuovere l’adozione di veicoli ecologici.

Vuoi rimanere aggiornato sugli ultimi dati sulla mobilità? Continua a leggere Autoscuole nel Web.
Se, invece, sei un’autoscuola e vuoi sapere di più su come comunicare bene i tuoi servizi, leggi la sezione dedicata a te.


Sei un’autoscuola?
Scopri come comunicare bene, avere maggiore visibilità sui motori di ricerca e ottenere più clienti.