Attualità & Curiosità

Istruttori di scuola guida: è crisi in Campania

A Napoli mancano istruttori di scuola guida a causa del blocco degli esami di abilitazione e dei pensionamenti dei dipendenti in Motorizzazione.

Il Presidente provinciale di Napoli, Pietro Risiti, dichiara che nel 2022 sono previsti ulteriori nuovi pensionamenti, aggravando la mancanza di esaminatori nella regione.

Confarca, l’Associazione di categoria di autoscuole, studi di consulenza, scuole nautiche e centri revisioni, lancia l’allarme: circa 200 aspiranti e insegnanti istruttori attendono da due anni di lavorare nel settore autoscuole.

Da dove deriva la fase di stallo? Secondo il sindaco della città Gaetano Manfredi la responsabilità dei ritardi è legata all’avvicendamento di diversi dirigenti nei ruoli più importanti della città metropolitana.

Un settore, quelle delle autoscuole, che negli anni passati ha subito una crisi contraria, in pochi cioè volevano diventare istruttori, tanto che gli stessi titolari era obbligati a a svolgere le lezioni di guida in prima persona.

Attualmente tra le conseguenze, tempi che si allungano per gli allievi e rischio di illeciti, impiegando personale non qualificato.

Intanto chi è venuto a conoscenza del blocco, ha fatto domanda per lavorare in autoscuola in un’altra regione.