Strumenti di accessibilità

Skip to main content
Ultime news

Mobilità Sostenibile

Mobilità degli italiani: un quadro complesso

Il modo in cui gli italiani si muovono riflette un mix di tendenze emergenti e sfide persistenti. Secondo un recente sondaggio Ipsos-Legambiente sull’Osservatorio Stili di Mobilità, si è registrato un lieve incremento della mobilità sostenibile, anche se la dipendenza dall’auto fossile continua a essere un ostacolo significativo.

Il panorama attuale della mobilità

I dati indicano che ogni settimana gli italiani trascorrono in media sei ore in viaggio, con il 64% dei viaggi compiuti utilizzando un’auto o una moto di proprietà.

Negli ultimi anni, c’è stato un aumento dell’uso dei mezzi pubblici e delle auto elettriche, passando dall’11% al 13%. Dati stabili al 22% per quanto riguarda l’interesse degli italiani per camminare, andare in bicicletta o utilizzare monopattini elettrici.

Le disparità urbane nella mobilità sostenibile

Le città italiane mostrano differenze significative nella mobilità sostenibile. Ad esempio, a Bologna e Milano, la mobilità sostenibile prevale rispettivamente nel 49% e 48% degli spostamenti, mentre a Roma e Napoli, le cifre sono più basse, rispettivamente del 54% e 55%.

Sfide e precarietà

L’Osservatorio Stili di Mobilità ha rivelato una serie di limiti che incidono negativamente sulla mobilità degli italiani.
Per esempio, la scarsa disponibilità di trasporti pubblici, la mancanza di servizi di prossimità e i costi elevati associati all’uso dell’auto privata, in primis quelli del carburante, così come la scarsità di servizi di sharing.
Tali variabili hanno costretto molti italiani a rinunciare alle opportunità di lavoro, di studio, visite mediche o anche solo alle uscite per piacere. Ciò che preoccupa di più è la situazione del 7% degli intervistati, che vive una condizione di mobility poverty, non avendo mezzi pubblici o in condivisione di prossimità né disponibilità economica per l’acquisto di un’auto.

La questione della mobilità elettrica

Un aspetto chiave emerso dal sondaggio riguarda l’interesse per la mobilità elettrica. Anche se il 47% degli intervistati preferisce ancora veicoli tradizionali, il 14% opta per auto elettriche, con una forte motivazione legata alla riduzione dell’impatto ambientale.

Inoltre, tra le motivazioni che spingono all’acquisto di un’auto elettrica annoveriamo costi operativi inferiori, tecnologie all’avanguardia e innovative, incentivi fiscali e agevolazioni all’acquisto, migliori prestazioni e la paura di non poter circolare ovunque con libertà.

Se vuoi rimanere aggiornato su queste e altre novità riguardanti la mobilità in Italia, iscriviti alla nostra newsletter per ottenere informazioni esclusive e approfondite.
Continua a seguire Autoscuole nel Web per rimanere al passo con le ultime tendenze e notizie nel settore della mobilità.


Sei un’autoscuola?
Scopri come comunicare bene, avere maggiore visibilità sui motori di ricerca e ottenere più clienti.