Pianeta Patenti

Patente illeggibile: cosa fare?

Con la patente illeggibile bisogna richiedere il duplicato.

La patente di guida è un documento a tutti gli effetti, che non solo attesta l’idoneità alla guida del possessore, ma lo identifica.

Può capitare che dopo tanti anni, il documento si logori, soprattutto se, come fanno spesso gli uomini, la patente è conservata nelle tasche.

Se la patente è illeggibile, occorre richiedere un duplicato, perché c’è il rischio di prendersi una bella multa al momento del fermo da parte delle Forze dell’Ordine!

La patente è considerata deteriorata quando non sono leggibili:

  • la foto del possessore
  • i dati anagrafici dell’automobilista
  • la data di scadenza
  • il numero della patente

Cosa fare se la patente è illeggibile?


Il conducente può richiedere il duplicato presso l’Autoscuola più vicina portando con sé i seguenti documenti:

  • 2 fototessere (recenti, nitide, identiche, a capo scoperto e senza occhiali);
  • un documento di riconoscimento valido (carta d’identità o passaporto);
  • tessera sanitaria;
  • permesso di soggiorno (solo cittadini extracomunitari);
  • denuncia di smarrimento (se ha perso la patente);
  • certificato medico in marca da bollo (se la patente è scaduta);
  • patente da sostituire in originale (se rotta o illeggibile).

Cosa succede se si viene fermati con la patente deteriorata?

Il possessore potrebbe rischiare il ritiro della patente.
La circolare 98/1999 stabilisce che l’agente di polizia ha potere discrezionale nel decidere se ritirare o meno le patenti illeggibili.

Dopo l’eventuale ritiro, le Forze dell’Ordine trasmettono comunicazione alla motorizzazione e il titolare ha a disposizione 30-40 giorni per presentarsi.
Importante: nel caso del ritiro per illeggibilità non deve essere sostenuto l’esame di guida

Il duplicato può essere richiesto anche in caso di smarrimento o furto.
Cosa fare? Oltre la documentazione prevista per il deterioramento, è necessario allegare la denuncia in originale rilasciata dall’autorità competente.
Se la patente di guida è scaduta, bisogna produrre il certificato medico in bollo, con fotografia, con data anteriore a 6 mesi, rilasciato da un medico come previsto dall’articolo 119 del Codice della Strada.


Cerca qui l’Autoscuola più vicina a te!