Pianeta Patenti

Patente a punti: come recuperare i punti persi

Se ti stai chiedendo quanti punti hai sulla patente e come fare per recuperali, questo è l’articolo che devi assolutamente leggere per capire come funziona la patente a punti.

La patente a punti è entrata in vigore dal 2003 ed è disciplinata dall’art. 126 bis del Codice della Strada.

L’obiettivo è quello di combattere chi commette infrazioni al Cds in maniera ancora più severa rispetto a prima, perché non solo vengono applicate sanzioni pecuniarie, ma in base alla gravità delle infrazioni commesse, si rischia addirittura il ritiro della patente.

Vediamo allora come funziona il meccanismo della patente a punti.

Patente a punti: come funziona

Ogni automobilista possiede 20 punti iniziali.
Per le infrazioni più gravi, di solito il Cds prevede la decurtazione dei punti patente, mentre per l’automobilista meritevole, che non commette infrazioni, la normativa prevede l’assegnazione di due punti ogni due anni fino ad arrivare a un massimo di 30 punti.

Quindi se ti stai chiedendo quando si arriva a 30 punti patente, la risposta è semplice: devi rispettare tutte le norme del Codice.

Cosa succede invece ai trasgressori? Intanto ricorda che il meccanismo è ancora più severo per i neopatentati, cioè per chi ha ottenuto la patente da meno di tre anni.
In tal caso la decurtazione punti patente è doppia.
Per esempio il neopatentato che transita in autostrada a una velocità di 118 km/h, superando il limite consentito di 100 km/h, rischia la decurtazione di 6 punti patente.

Infrazioni più commesse

In generale le infrazioni più diffuse sono:

  • Superare il limite di velocità di oltre 60 km/h (-10 punti)
  • Guidare in stato di ebrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti (-10 punti)
  • Non dare la precedenza ai pedoni sulle strisce pedonali (- 8 punti)
  • Passare con il semaforo rosso (6 punti)
  • Non allacciare le cinture di sicurezza (-5 punti)

Puoi consultare le circostanze in cui il Cds prevede la decurtazione dei punti patente qui.

È importante ricordare che vengono decurtati max 15 punti a chi commette più di un’infrazione in un’unica occasione, a meno che non sia previsto il ritiro immediato della patente.
Inoltre, se nell’arco di 12 mesi, il trasgressore commette più infrazioni da -5 punti patente, è costretto a rifare l’esame.

Come anticipato, però, il meccanismo della patente a punti premia le persone meritevoli, perché se il conducente per i due anni successivi all’infrazione con decurtazione punti non ne commette altre, la legge prevede il reintegro.

A chi vengono decurtati i punti patente?

I punti vengono decurtati al guidatore del veicolo al momento dell’infrazione e non al proprietario, se i due soggetti non coincidono.

L’organo di Polizia consegna al trasgressore il verbale di multa, sul quale sono riportati anche i punti persi.
Qualora non fosse possibile identificare il conducente, il verbale è inviato al proprietario che ha 60 giorni di tempo per comunicare i dati di chi guidava al momento dell’infrazione.

Come recuperare i punti persi?

Come anticipato per recuperare i punti persi o non si commettono più infrazioni nei due anni successivi o ci si può iscrivere ai corsi di recupero punti presso le autoscuole.
Per le patenti a e b, i corsi prevedono la frequenza di un corso di 12 ore per il recupero di max 6 punti, mentre per le patenti professionali le autoscuole abilitate organizzano corsi di 18 ore per recuperare 9 punti.

Hai perso 20 punti. Che fare?

Il discorso è diverso per chi ha esaurito il monte punti sulla patente. In tal caso si è sottoposti all’obbligo di revisione patente e quindi il trasgressore deve rifare gli esami sia teorico che pratico.
Chi ha ricevuto il provvedimento di revisione ha 30 giorni di tempo per presentare l’istanza per l’esame, altrimenti scatta la sospensione.
L’istanza vale 1 anno e consente di sostenere gli esami una sola volta.
Consulta qui le modalità dei quiz a seconda della patente.

Come conoscere il saldo punti sulla patente?

Secondo recenti sentenze della Corte di Cassazione proprio in merito alla comunicazione sull’eventuale sospensione patente, è compito dell’automobilista controllare i punti persi in seguito a una multa e tenere d’occhio il totale.
Come?

Il controllo punti patente può avvenire:

  • telefonicamente contattando il numero verde 848.782.782: la voce registrata ti chiede di inserire la tua data di nascita e il numero patente.
  • accedendo al Portale dell’automobilista nella sezione servizi online
  • scaricando l’app iPatente, disponibile sia per i dispositivi Android che IPhone.

Se devi recuperare i punti persi rivolgiti alle autoscuole della community di Autoscuole nel web.