Tag: bonus revisione

Come richiedere il bonus revisione 2022

Bonus revisione auto 2022: come funziona

A maggio 2022 sarà possibile richiedere il bonus revisione anche per chi ha effettuato il controllo da gennaio di quest’anno.

Da novembre 2021 l’importo della revisione auto nei centri autorizzati è maggiorato di 11,87 euro, per effetto dell’aumento della tariffa ministeriale di euro 9,95 al netto dell’IVA al 22% più altre spese accessorie.

In concomitanza con l’aumento, il MIMS ha previsto la possibilità di richiedere il bonus revisione auto con l’erogazione di un buono di 9,95per recuperare almeno in parte il rincaro.

Quindi chi ha sottoposto il proprio veicolo a revisione tra novembre e dicembre 2021, può richiedere il rimborso da gennaio a aprile 2022, mentre per quelli che effettuano revisione nei primi mesi del 2022, la richiesta del bonus è possibile da maggio 2022.

Vediamo ora nel dettaglio che cos’è il bonus e come richiederlo.

Bonus revisione 2022: cos’è

Il bonus veicoli sicuri comunemente detto bonus revisione auto è un provvedimento contenuto nell’art 1 comma 706 della Legge di Bilancio ed è a titolo compensativo per l’aumento del costo della revisione auto a motore.
Il Ministero precisa che: “Il diritto al rimborso viene certificato in seguito alla verifica sulla regolarità della richiesta ed è concesso ai proprietari per un solo veicolo e per una sola volta”.
Il bonus vale tre anni per un solo veicolo alla volta ed è limitato alla disponibilità di risorse messe in campo, circa 4 milioni di euro per ciascun anno. Si calcola che con questa cifra sarebbero coperte circa 400,000 richieste.

Come richiedere il bonus revisione auto?

Il MIMS chiarisce anche le modalità di richiesta del bonus.
Al momento, come anticipato, sono accettate solo le richieste per revisioni effettuate tra novembre e dicembre 2021.
Per presentare la domanda i cittadini possono accreditarsi con:

  • Lo SPID o identità digitale
  • La CIE o carta d’identità elettronica
  • La CNS o la Carta Nazionale dei servizi

I dati sono da inserire nell’apposita sezione del sito del Ministero delle Infrastrutture e Mobilità sostenibili oppure su www.bonusveicolisicuri.it.

Quali sono i dati da inserire nella domanda?

Nella richiesta vanno inseriti la targa del veicolo, che deve essere intestato al richiedente del rimborso o alla società, la data della revisione, l’IBAN per l’accredito, una mail per eventuali comunicazioni.
Viene poi rilasciato un numero di pratica da conservare per assistenza.

Il MIMS avvalendosi della collaborazione della società SOGEI verifica la correttezza dei dati, attraverso il collegamento all’anagrafe tributaria e il centro elaborazione dati.

Dopo il controllo, la CONSAP procede all’erogazione del rimborso.
Quante domande bonus sono già arrivate?

Il Ministero stima che a gennaio 2022 sono stati erogati circa 23mila rimborsi, e da febbraio 2022 le domande presentate sono state circa 41mila.

Ti ricordiamo che la scadenza revisione auto è fissata dopo 4 anni dalla prima immatricolazione e successivamente dopo due.

  • Home
  • bonus revisione