Tag: formula 1

La super licenza: come diventare un campione di Formula 1

Certo, i sogni son desideri, ma per diventare un pilota di Formula 1, hai bisogno di un po’ di fortuna, di fare tanta gavetta nelle serie minori e della patente per poter correre i GP, cioè la super licenza.

Dal 2016 la FIA ha rivisto i requisiti per gareggiare nel Paddock. Quando un giovanissimo Verstappen, allora 17enne, inizia a gareggiare senza neanche avere la patente B, gli esperti della FIA si interrogano sulla possibilità da un lato di far partecipare piloti giovani e altamente competitivi, dall’altro sulla mancanza di esperienza alla guida, mancando la patente di base.

Il “caso Verstappen” ha imposto dei cambiamenti.
Vediamo insieme il percorso che dai campionati minori ti permette di accedere alla Formula 1.

Requisiti per la super licenza:

I requisiti per ottenere la super licenza della Formula 1 sono:

  • avere 18 anni e quindi essere già in possesso della patente B
  • avere la licenza di guida internazionale di grado A (FIA International Grade A Licence)
  • superare un test teorico sulla conoscenza dei codici e dei regolamenti sportivi della Formula 1, indetto dalla FIA

Oltre alla preparazione teorica, l’aspirante pilota deve aver completato almeno l’80% di due stagioni in uno dei campionati monoposto indicati dalla FIA e ottenere 40 punti nell’arco di quattro (prima tre) stagioni assegnati dalla Federazione in base al piazzamento nei campionati.
I punti, infatti, variano a seconda dell’importanza della categoria del campionato: l’aspirante Verstappen riceve direttamente 40 punti se arriva nelle prime posizioni della Formula2 o l’Indycar.

Inoltre, per i piloti che non sono riusciti ad accumulare 40 punti per cause di forza maggiore, la FIA prevede, diciamo così, uno sconto: i punti richiesti sono trenta, a patto che il pilota dimostri un’eccezionale capacità di guida nel periodo considerato.

Infine, il sogno di diventare pilota di Formula 1 è legato al portafogli.
Eh sì, i costi per gareggiare sono davvero imponenti.
Sai quanto costa partecipare a un campionato nazionale di Kart? Circa 20mila euro a stagione. E la Formula 1? Qui parliamo di milioni di euro, quindi se non sei una persona benestante di tuo, conviene trovare un benefattore, come nel caso di Schumacher finanziato da un imprenditore del suo paese o Raikkonen, aiutato economicamente da suo zio.

Beneficenza: Max Verstappen vende l’auto

Il campione di Formula Uno Max Verstappen vende all’asta per beneficenza sul portale CarNext.com la sua “work carHonda Civic Type R.

Verstappen red bull ha appena vinto il campionato del mondo, il primo olandese della storia a vincere la Formula 1.

CarNext.com è uno dei principali marketplace per la vendita di auto usate in Europa e il ricavato della vendita, circa 33,333 euro, sarà devoluto all’ente di beneficenza Wings for Life, creata dal campione di Motocross Heinz Kinigadner e dal fondatore della Red Bull Dietrich Mateschitz a sostegno dei malati di lesioni spinali e paraplegia.

L’auto Honda è stata utilizzata dal campione durante la stagione appena conclusasi per raggiungere i circuiti di tutto il mondo.
Prima di essere messa all’asta è stata controllata e ricondizionata come tutte le auto presenti sul portale.

Già visibile sul portale, CarNext consegnerà l’auto al fortunato secondo la logica del primo arrivato.
Verstappen ha affermato di essere lieto di aver donato la sua auto per una buona causa, augurandosi che il vincitore dell’asta possa godere della guida dell’auto quanto lui.

Le offerte il 23 dicembre non mancheranno, anche perché il prezzo è davvero molto conveniente e quindi aggiudicarsi l’auto del campione sarà solo questione di velocità e di click.