Tag: manutenzione auto

Tagliando auto: ogni quanto farlo?

Il tagliando auto è tra i controlli di manutenzione più importanti.
Il tagliando è un controllo generale delle componenti dell’auto consigliato, cioè non è obbligatorio come la revisione.
Il professionista procede al cambio delle parti dell’auto più soggette all’usura, questo per mantenere la sicurezza e prolungare la vita della vettura nel tempo.

Avrai sentito parlare di tagliando obbligatorio, ma è bene precisare che il proprietario non ha obblighi, sono le case automobilistiche a fissare scadenze per l’estensione della garanzia.

Tagliando auto quando farlo?

Una delle domande più ricorrenti degli automobilisti riguarda ogni quanto fare il tagliando, però ti diciamo subito che non c’è una regola precisa.

Le case produttrici stabiliscono due tipi di scadenze, una legata ai km percorsi e l’altra temporale.
Inoltre, l’utilizzo di lubrificanti standard o longlife determina differenze nei controlli da effettuare.

Quindi le auto longlife vanno sottoposte a tagliando ogni 30-50mila km, mentre quelle standard max ogni 20mila km, trascorsi cioè 1-2 anni.
Le auto di ultima generazione, comunque, possiedono centraline in grado di segnalare la necessità del tagliando, in base a variabili quali lo stile di guida o le condizioni generali del mezzo.

Quanto costa far eseguire il tagliando?

Quando si tratta di far controllare il proprio veicolo, oltre a problemi di tempo e usabilità del mezzo, il pensiero va subito al costo.
Ma quanto costa il tagliando auto?
Anche in questo caso non possiamo darti un prezziario preciso, perché il costo varia a seconda della marca, del modello e del numero di interventi e sostituzioni richieste.
In generale il tagliando più economico è quello per le auto a gpl, mentre in quelle a diesel costa leggermente di più.

I prezzi vanno da un minimo di 150 euro a 250 per un tagliando base, bisogna poi considerare i costi aggiuntivi per il cambio di componenti usurate.

Un esempio (e non spaventarti): il cambio della cinhia di distribuzione può arrivare anche ai 500 euro, si capisce che se tutto avviene il giorno del tagliando, il totale non è proprio una boccata di felicità.

Scopri come fare manutenzione alle auto elettriche.

Manutenzione auto senza spendere molto

Per garantire la sicurezza dei passeggeri e degli altri utenti della strada, l’automobile deve essere sottoposta a interventi di manutenzione ordinaria, partendo dai controlli periodici come i tagliandi e la revisione.

Nonostante i due termini siano confusi nel linguaggio comune: la revisione è un controllo obbligatorio imposto dalla legge secondo scadenze ben precise, mentre il tagliando non è obbligatorio, ma se effettuato con regolarità permette di mantenere il diritto alla garanzia da parte della casa madre.

Oltre ai controlli periodici, è bene prima di affrontare un viaggio o quando ci accorgiamo che le prestazioni dell’auto sono nettamente diminuite, fare una manutenzione auto generale.

Cosa comprende la manutenzione auto ordinaria?

La manutenzione regolare della propria auto è consigliata per motivi di sicurezza, ma anche per garantire performance elevate del veicolo nel tempo.

I controlli regolari da effettuare riguardano il filtro antipolline, il sistema frenante, il motore, la cinghia di distribuzione, vediamone qualcuno più nel dettaglio:

  • Filtro antipolline: in pochi ci pensano, ma guidare in un ambiente sano e pulito è importante per salvaguardare la propria salute, per questo fai sostituire il filtro antipolline più o meno dopo aver superato il 20mila km di percorrenza.
  • Cambio olio: i professionisti consigliano il cambio olio ogni 15-20mila chilometri. Ricorda che ogni tanto andrebbe rimboccato.
  • Sempre ai controlli auto, appartiene la pressione o l’usura dei pneumatici. La corretta pressione delle gomme è importante per la sicurezza di chi è nell’auto e andrebbe fatta almeno una volta al mese, questo per evitare un consumo eccessivo del battistrada.
  • Vogliamo parlare della batteria? Se lasci l’auto ferma per troppo tempo e nel periodo invernale, ti conviene staccarla, partendo dal cavo nero del polo negativo.
  • Se mentre sei alla guida avverti problemi o fischi ai freni, porta l’auto da un professionista, sia per la sostituzione delle pasticche sia per il liquido dei freni.

In generale la manutenzione autoveicoli aiuta a mantenere la sicurezza, a prolungare la vita del veicolo e nel tempo a risparmiare economicamente.

Cinghia di distribuzione: quando è ora di cambiarla

Il cambio della cinghia di distribuzione è uno degli interventi più temuti dagli automobilisti: ad incidere ovviamente è il prezzo, non proprio economico.

Ecco perché quando si sta per acquistare un’auto usata tra le valutazioni da fare è fondamentale assicurarsi se il precedente proprietario ha trascurato la manutenzione regolare del veicolo.

Nelle auto il kit distribuzione è formato da cinghia per l’appunto, tendicinghia e pulegge: il malfunzionamento del kit influisce sulla pompa dell’acqua e tutto il motore.

Che cos’è la cinghia di distribuzione?

La cinghia di distribuzione collega il funzionamento dell’albero motore con l’albero a canne, quindi con valvole e pistoni, e regola il funzionamento della pompa dell’acqua e del riscaldamento del motore.

La cinghia a causa delle continue sollecitazioni esterne è sempre in tensione e per questo è prodotta in materiale plastico ed elastico, ciò non vuol dire che duri in eterno!

Tieni presente che la cinghia di distribuzione rotta provoca danni davvero consistenti al motore: tra i quali la rottura dei pistoni e delle valvole, dell’albero motore e spesso della pompa dell’acqua.
Tra le cause più frequenti di usura

  • L’eccesiva temperatura del motore
  • Il danneggiamento delle pulegge
  • L’auto ha percorso troppi kilometri
  • L’usura dei cuscinetti

Quando sostituirla?

In passato le auto erano dotate di cinghie rumorose che avvertivano l’automobilista del danno, oggi non è più così.
Trovi le indicazioni sulla cinghia e i km massimi di percorrenza nel libretto di manutenzione del veicolo.

In linea generale però possiamo dire che è il caso di prenotare un appuntamento con l’officina di fiducia tra i 100mila e i 180mila km percorsi oppure dopo 5 o 6 anni di uso del veicolo.

  • Home
  • manutenzione auto
× Available from 09:00 to 19:00 Available on SundayMondayTuesdayWednesdayThursdayFridaySaturday