Attualità & Curiosità

Rinnovo patente B da record

104 anni e non sentirli! Così Sebastiano Maccioni, ingegnere sardo, circa un mese fa ha rinnovato la sua patente di guida per un altro anno.

Varcare la soglia dei 100 anni, non ha fatto demordere il sig. Sebastiano dal guidare ancora la sua Seicento bianca.
Maccioni possiede due auto, una Seicento bianca e una Punto, entrambe utili ai suoi spostamenti giornalieri, come bere un caffè al bar con gli amici e andare a fare la spesa.

L’auto rappresenta la sua autonomia e lui stesso racconta che di fronte alla Commissione medica aveva già con sé il certificato della visita cardiologica e oculistica per accelerare i tempi. Dice che l’hanno fatto parlare tanto, forse per accertarsi che non fosse ancora “rimbambito”.
Cogliamo l’occasione per complimentarci con il sig. Sebastiano e per fare un breve reminder su come funziona il rinnovo per la patente B.

Rinnovo patente B: come funziona?

L’art. 7 del Dl 9/2/12 stabilisce che la patente b è valida per 10 anni dalla data di rilascio e fissa la scadenza in coincidenza con il giorno del compleanno del possessore.
Ovviamente questo discorso è valido solo per le patenti rilasciate dopo il 2012.
In generale il rinnovo della patente B va effettuata a intervalli stabiliti:

  • Ogni 10 anni fino ai 50 anni di età
  • Ogni 5 tra i 50 e i 70 anni
  • Ogni 3 anni tra i 70 e gli 80 anni
  • Ogni 2 dopo gli 80

In Italia non c’è una legge che vieta la guida a un centenario (vedi il caso del signore di Cagliari), ma dopo gli 80 anni è la Commissione Medico locale a decidere se rinnovare o meno la patente.

Devi rinnovare la patente? Cerca qui l’autoscuola più VICINA a te