Attualità & Curiosità

Incentivi auto 2022: habemus Dpcm, ora attendiamo solo pubblicazione in Gazzetta

Appena approvati gli incentivi auto 2022 per l’acquisto di veicoli commerciali e non, motocicli e ciclomotori con o senza rottamazione.

Finalmente ieri 7 aprile, il Presidente del Consiglio ha apposto la sua firma sul nuovo Dpcm con incentivi per il mondo auto.
La misura è resa necessaria dalla crisi che attanaglia il mondo delle vendite auto, aggravata dal covid, dalla mancanza dei chip e ora dalla scarsità della componentistica a causa della guerra in Ucraina.

Il Governo aveva già stanziato a sostegno dell’automotive circa 700milioni di euro per il 2022 e 1 miliardo all’anno fino al 2030.
Vediamo ora cosa cambia con gli incentivi auto 2022.

Come verranno distribuiti gli incentivi auto 2022?

Innanzitutto nei prossimi tre anni, sono stanziati 650 milioni di euro a favore del settore automobilistico. Favoriti gli acquisti di auto elettriche o plug-in.

  • Vetture con emissioni tra 0 e 20 g/km di Co2, cioè le auto elettriche.
    In questo caso il bonus è di 3mila euro, 5mila con la rottamazione.
    Attenzione, le auto non devono costare più di 35mila euro + IVA (compresi gli optional).
  • Vetture plug-in, che rientrano nella fascia di emissione tra 21 e 60 g/km di Co2, il contributo previsto è di 2mila euro, 4mila per la rottamazione. Anche in questo caso c’è un limite di prezzo, fissato a 45mila euro.
  • Gli incentivi 2022 riguardano anche le vetture che rientrano nella fascia 61-135 g/Km, per le quali sono previsti rimborsi di 2mila euro.

Importante: la rottamazione è ammessa solo per le auto di classe inferiore a Euro 5 e di proprietà da almeno 12 mesi.

Inoltre, il bonus è concesso alle persone fisiche, solo una piccola parte degli euro stanziati sono destinati alle società di car sharing.

Il nuovo Dpcm incentivi auto 2022 offre sostegno anche alle piccole e medie imprese dell’autotrasporto e infine, anche per ciclomotori e motocicli elettrici e ibridi o termici.

Infatti, per l’acquisto di motocicli elettrici e ibridi è concesso un contributo del 30% sul prezzo di acquisto, fino a un massimo di 3mila euro; se, rottamato un veicolo di classe da Euro 0 a Euro 3, il contributo sale al 40%.
Invece per i ciclomotori e motocicli termici nuovi, gli incentivi 2022 prevedono uno sconto pari al 5% del venditore e un contributo del 40%, fino a un max di 2500 euro con rottamazione.


Il provvedimento entra in vigore il giorno dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Scopri qui perché conviene acquistare auto elettriche.