Tag: Ferrari

Molti vip sono stati inseriti nella black-list della Ferrari

Black-list Ferrari: ma esiste davvero?

Si ritorna a parlare di black-list Ferrari, in seguito al rimbalzo forsennato sul web di notizie su Justin Bieber e la sua rossa fiammante.


Il giovane cantante canadese negli ultimi giorni è ai primi posti per le ricerche in trend per essere stato inserito nella lista di coloro che non possono più acquistare una Ferrari.
La notizia è diventata virale dopo ben 6 anni dall’accaduto.
Ma cosa è successo di così grave?
Bieber avrebbe dimenticato con noncuranza la sua Ferrari 458 Italia in un parcheggio di un hotel a Los Angeles, e addirittura l’avrebbe dipinta di blu.
Che onta per la casa automobilistica italiana!

Black-list Ferrari: realtà o fantasia?


La Ferrari dal canto suo smentisce l’esistenza di una lista di cattivi che per motivi di immagine non possono più guidare una Rossa.
Niente di ufficiale, insomma, ma pare proprio che la Ferrari non approvi comportamenti in disaccordo con i valori del brand.
Primo fra tutti il tuning, cioè la modica del modello rispetto agli standard produttivi di serie.
Si dice che sia vietato da una clausola d’acquisto di ridipingere la vettura, cosa peraltro smentita dal fatto che molti lo fanno.

La lista delle celebrità inserite in questa fantomatica black-list è ricca di nomi che conosciamo molto bene.
Dal rapper 50 Cent, colpevole di essersi lamentato di un guasto alla sua Ferrari con annessione di foto sui social network, al suo collega Tyga, indietro con il pagamento di alcune rate del leasing.
Si mormora che anche l’attore Nicolas Cage sia mal gradito a Maranello, per aver venduto di fretta e furia a un prezzo minore del suo valore la mitica Ferrari Enzo.

Insomma per acquistare una Ferrari servono soldi, tanti, ma anche sapersi comportare.
E ammettiamo, a noi comuni mortali queste notizie piacciono davvero un sacco!