Tag: neopatentati

Patente a punti: come recuperare i punti persi

Se ti stai chiedendo quanti punti hai sulla patente e come fare per recuperali, questo è l’articolo che devi assolutamente leggere per capire come funziona la patente a punti.

La patente a punti è entrata in vigore dal 2003 ed è disciplinata dall’art. 126 bis del Codice della Strada.

L’obiettivo è quello di combattere chi commette infrazioni al Cds in maniera ancora più severa rispetto a prima, perché non solo vengono applicate sanzioni pecuniarie, ma in base alla gravità delle infrazioni commesse, si rischia addirittura il ritiro della patente.

Vediamo allora come funziona il meccanismo della patente a punti.

Patente a punti: come funziona

Ogni automobilista possiede 20 punti iniziali.
Per le infrazioni più gravi, di solito il Cds prevede la decurtazione dei punti patente, mentre per l’automobilista meritevole, che non commette infrazioni, la normativa prevede l’assegnazione di due punti ogni due anni fino ad arrivare a un massimo di 30 punti.

Quindi se ti stai chiedendo quando si arriva a 30 punti patente, la risposta è semplice: devi rispettare tutte le norme del Codice.

Cosa succede invece ai trasgressori? Intanto ricorda che il meccanismo è ancora più severo per i neopatentati, cioè per chi ha ottenuto la patente da meno di tre anni.
In tal caso la decurtazione punti patente è doppia.
Per esempio il neopatentato che transita in autostrada a una velocità di 118 km/h, superando il limite consentito di 100 km/h, rischia la decurtazione di 6 punti patente.

Infrazioni più commesse

In generale le infrazioni più diffuse sono:

  • Superare il limite di velocità di oltre 60 km/h (-10 punti)
  • Guidare in stato di ebrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti (-10 punti)
  • Non dare la precedenza ai pedoni sulle strisce pedonali (- 8 punti)
  • Passare con il semaforo rosso (6 punti)
  • Non allacciare le cinture di sicurezza (-5 punti)

Puoi consultare le circostanze in cui il Cds prevede la decurtazione dei punti patente qui.

È importante ricordare che vengono decurtati max 15 punti a chi commette più di un’infrazione in un’unica occasione, a meno che non sia previsto il ritiro immediato della patente.
Inoltre, se nell’arco di 12 mesi, il trasgressore commette più infrazioni da -5 punti patente, è costretto a rifare l’esame.

Come anticipato, però, il meccanismo della patente a punti premia le persone meritevoli, perché se il conducente per i due anni successivi all’infrazione con decurtazione punti non ne commette altre, la legge prevede il reintegro.

A chi vengono decurtati i punti patente?

I punti vengono decurtati al guidatore del veicolo al momento dell’infrazione e non al proprietario, se i due soggetti non coincidono.

L’organo di Polizia consegna al trasgressore il verbale di multa, sul quale sono riportati anche i punti persi.
Qualora non fosse possibile identificare il conducente, il verbale è inviato al proprietario che ha 60 giorni di tempo per comunicare i dati di chi guidava al momento dell’infrazione.

Come recuperare i punti persi?

Come anticipato per recuperare i punti persi o non si commettono più infrazioni nei due anni successivi o ci si può iscrivere ai corsi di recupero punti presso le autoscuole.
Per le patenti a e b, i corsi prevedono la frequenza di un corso di 12 ore per il recupero di max 6 punti, mentre per le patenti professionali le autoscuole abilitate organizzano corsi di 18 ore per recuperare 9 punti.

Hai perso 20 punti. Che fare?

Il discorso è diverso per chi ha esaurito il monte punti sulla patente. In tal caso si è sottoposti all’obbligo di revisione patente e quindi il trasgressore deve rifare gli esami sia teorico che pratico.
Chi ha ricevuto il provvedimento di revisione ha 30 giorni di tempo per presentare l’istanza per l’esame, altrimenti scatta la sospensione.
L’istanza vale 1 anno e consente di sostenere gli esami una sola volta.
Consulta qui le modalità dei quiz a seconda della patente.

Come conoscere il saldo punti sulla patente?

Secondo recenti sentenze della Corte di Cassazione proprio in merito alla comunicazione sull’eventuale sospensione patente, è compito dell’automobilista controllare i punti persi in seguito a una multa e tenere d’occhio il totale.
Come?

Il controllo punti patente può avvenire:

  • telefonicamente contattando il numero verde 848.782.782: la voce registrata ti chiede di inserire la tua data di nascita e il numero patente.
  • accedendo al Portale dell’automobilista nella sezione servizi online
  • scaricando l’app iPatente, disponibile sia per i dispositivi Android che IPhone.

Se devi recuperare i punti persi rivolgiti alle autoscuole della community di Autoscuole nel web.

Tasso alcolemico e revoca patente di guida

La guida in stato di ebrezza e quindi quando il guidatore supera i limiti del tasso alcolemico è tra le azioni vietate e punite con sanzioni molto pesanti dal Codice della Strada.

In questo articolo vediamo come funziona la revoca o il ritiro della patente per alcol.

La legge stabilisce i limiti tasso alcolico e le Forze dell’Ordine intervengono quando:

  • Se il tasso alcolemico non supera i 0,5 grammi per litro non c’è nessun illecito da parte del guidatore.
  • Se il tasso è superiore a 0,5 ma inferiore a 0,8 g/l, viene applicata la sanzione accessoria con relativa sospensione della patente da 3 a 6 mesi.
  • Con un tasso superiore a 0,8 e inferiore a 1,5 g/l, è prevista la sospensione della patente da sei mesi a un anno, una multa che va da 800 a 3200 euro con possibile arresto fino a 6 mesi.
  • Infine, se il guidatore ha un tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l oltre alla multa copiosa, al possibile arresto, è prevista il ritiro della patente da uno a due anni.

Tasso alcolemico: quando è prevista la revoca patente?

La revoca della patente è imposta per diversi motivi, tra i quali gravi infrazioni al Codice della Strada.
In particolare, per lo stato di ebrezza, la revoca della patente è imposta quando nell’arco di due anni si è sospesi per due volte a guidare con tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l; quando il conducente, con tasso superiore a 1,5 g/l, provoca un incidente e se l’infrazione è commessa da chi nei due anni precedenti si è rifiutato di sottoporsi all’alcol test.

La patente revocata può essere ottenuta di nuovo dopo tre anni dall’accertamento del reato.

Presa la nuova patente, il guidatore è considerato a qualunque età un neopatentato, quindi soggetto ai limiti di velocità e potenza di un giovincello.
Inoltre, se era in possesso di altre patenti oltre alla B, per riottenerle deve seguire criteri di propedeuticità e conseguire prima la patente auto.

Neopatentati: tolleranza zero per chi ha la patente da meno di tre anni

L’articolo 186 del CdS regola la posizione dei neopatentati e i conducenti professionali (che esercitano, cioè, l’attività di trasporto persone o merci): per loro non si parla di guida in stato di ebrezza (se si supera la soglia di 0,5 g/l), ma di guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche, dato che il tasso alcolemico consentito è pari a 0 g/l.
Quindi i neopatentati non possono assumere nessuna quantità alcolica prima di guidare, e le pene sono commisurate al superamento del limite.
Nel caso più grave, se il neopatentato ha superato il limite di 1,5 g/l sono previsti:

una multa fino a 9000 euro
la sospensione della patente fino a 36 mesi
l’arresto fino a 18 mesi
la decurtazione di 20 punti patente (10 per gli altri automobilisti)

Sei un neopatentato? Non rischiare, non bere o fai guidare l’astemio del gruppo!

Regali utili per neopatentati

Eh sì, Natale è vicino e bisogna pensare anche ai regali per il giovane di casa, che è appena diventato neopatentato.
Se non puoi permetterti di regalare un’auto, allora ti suggeriamo qualche piccolo pensiero per il suo futuro da automobilista.

Il portachiavi, sicuramente è un regalo abusato, ma vuoi mettere uno personalizzato magari con le sue iniziali e con una macchinina?
Gli piacerà ne siamo sicuri.

Siccome poi la patente è un vero e proprio documento, potresti regalare anche un portafogli nuovo con tasca apposita per evitare che la patente nelle tasche dei pantaloni si logori o venga dispersa.

Il neopatentato è un amante degli animali? Tra i regali che ti suggeriamo di fare, un copri sedile per proteggere la tappezzeria dell’auto o una protezione per il bagagliaio utile anche se dovesse trasportare qualcosa di delicato.

Se vuoi fargli capire che la sicurezza è importante, fagli trovare sotto l’albero un kit per le emergenze: certo non è una sorpresa che lo lascerà a bocca aperta, ma nel lungo periodo sarà apprezzata.
Così come dei cavi per ricaricare la batteria: perché se ti si scarica in inverno, fuori da un locale alle 4 di mattina, non è proprio una bella esperienza.

Tra le altre idee regalo ti suggeriamo uno sbrinatore rapido per auto e un biglietto, non dimenticare di raccomandargli cautela alla guida!

Ti è piacuto questo articolo? Condividilo pure.

Portale dell’automobilista: come registrarsi

Il Portale dell’automobilista è lo strumento digitale per agevolare la comunicazione tra le istituzioni e gli utenti della strada.

Sono presenti una sezione informativa, dove è possibile reperire informazioni e consultare le circolari e una operativa, che permette di presentare alcune pratiche online.

Per registrarsi al portale, basta impostare un nume utente e una password. La registrazione online è gratuita.

Se hai smarrito la password è possibile recuperarla, con la procedura di invio link sulla mail.

Sul Portale poi controllare il saldo dei punti patente, le modalità di duplicazione in caso di furto, smarrimento o deterioramento.
Puoi consultare i dati sul tuo veicolo, inserendo la targa, per esempio controlli le scadenze sulla revisione o come rinnovare la carta di circolazione.

Anche i neopatentati possono usufruire di informazioni importanti, come sapere se si è autorizzati o meno a guidare un certo modello di veicolo.

In una sezione specifica, l’utente controlla con i numeri di targa degli autoveicoli, dei motoveicoli e dei ciclomotori immatricolati in Italia, se risultano in regola con gli obblighi assicurativi rca.

Il Portale è uno strumento utile anche per le autoscuole per le prenotazioni degli esami per patenti A e B, per comunicare il reintegro dei punti patente e richiedere le schede dei quiz degli esami dei candidati.